user_mobilelogo

Per saperne di più

 

Vai al sito della scuola 


L'adolescente Montessori
di Laura Marchioni Comel, ed. ONM, 2015 Vedi


L'adolescente Montessori: modello di apprendimento esperienziale
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti)
 

L’ambiente preparato e l’adolescente
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti)

 

Lo spazio a scuola: il contributo dell’esperienza Montessori
di Laura Marchioni Comel (leggi in Documenti, pubblicato sul sito INDIRE)


L’adolescente Montessori, antidoto all’adolescenza interminabile
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti)


Sperimentazioni e dibattito sull’adolescente Montessori
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti)


Dall’istruzione all’auto-educazione
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti)


Apprendimento e lavoro nell’era digitale
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti)

La scuola secondaria Montessori in Olanda,
di Laura Marchioni Comel
(leggi in Documenti) 

 

The Erdkinder, i fanciulli della terra, Schema per una riforma della scuola secondaria
di Maria Montessori

 

La condizione giovanile e la scuola secondaria
di Augusto Scocchera

 

Montessori e l’adolescenza, 
Speciale Vita dell’infanzia

 

 

La Montessori High School (MHS) si autodefinisce un modello misto (urbano/rurale) di Scuola Secondaria Montessori ed attua un programma senza precedenti, che comprende un autentico disegno Montessori legato all’opzione dell’International Baccalaureate Diploma Programme (IB).

Dal sito della scuola (http://montessorihighschool.org/)

Collega la comunità scolastica Montessori del nordest dell’Ohio (50 scuole) con le 40 istituzioni culturali operanti nello University Circle di Cleveland e rappresenta, per queste scuole, il passo finale del Continuum educativo ed evolutivo Montessori (18 mesi - 18 anni).
Tutte le scuole che si collegano ufficialmente all’ MHS entrano automaticamente a far parte del Montessori Adolescent Consortium, creato appositamente per lo studio dell’adolescente e coordinato dalla stessa MHS.

Questa scuola, inoltre, lavora in stretto contatto pedagogico con il programma adolescenziale rurale sviluppato dalla Hershey Montessori School, situata ad Huntsburg, Ohio. Entrambe si scambiano attività e risorse, sia urbane che rurali.
Gli studenti della MHS (15/18 anni) operano in diverse e svariate staging areas, come il Cleveland Museum of Natural History, il Cleveland Botanical Garden e la Western Reserve Historical Society, ma anche in altre istituzioni presenti all’interno del Circolo Universitario. Ciascuna di queste istituzioni si focalizza, dal punto di vista scientifico e culturale, su singole aree, per fornire un approccio significativo, interdisciplinare ed esperienziale, alle arti, alle scienze ed alle scienze umane, nonché al servizio ed al sostegno della comunità. Ciascuna istituzione dello University Circle fornisce alla MHS:

  • insegnanti specializzati e loro funzioni connesse al programma della scuola;
  • struttura organizzativa o funzioni attive cui gli studenti siano in grado di partecipare; 
  • spazi specializzati in cui si svolgono attività particolari con specialisti.

In questo modo, la MHS è in grado di legare il suo programma Montessori all’opzione dell’International Baccalaureate Diploma Programme (IB).
Dal sito della scuola (http://montessorihighschool.org/)
Infine, offre anche la possibilità, ad un limitato numero di studenti fuori sede, di risiedere in una storica residenza dello University Circle, situata di fronte all’edificio scolastico: le sistemazioni sono in stile condominiale, includono abitazioni separate per ragazzi e ragazze, mentre la loro supervisione, 24 ore su 24, è assicurata da una coppia di adulti residenti. Il pensionato ha la funzione di rendere le sistemazioni sicure e simili al vivere in casa e, al tempo stesso, di rafforzare l’intera comunità scolastica.


Caratteristiche e finalità


All’interno del continuum montessoriano l’obiettivo pedagogico più rilevante di questa scuola è: far comprendere agli studenti la natura degli studi interdisciplinari, la relazione tra le singole discipline e la totalità dei mondi naturali e di quelli costruiti dagli esseri umani, nonché gli strumenti e le tecnologie disponibili per continuare a chiedersi quale sia, per la conoscenza, il modo migliore di servire il mondo.

Dal sito della scuola (http://montessorihighschool.org/)Per questo la MHS coniuga l’apprendimento evolutivo, basato sull’esperienza e sulla comunità, con l’insegnamento delle discipline scolastiche formali, utilizzando come risorse interdisciplinari le mansioni operative e programmatiche delle istituzioni partner dello University Circle.
Dal sito della scuola  traduciamo testualmente gli obiettivi finali che la caratterizzano e ne fanno la sperimentazione più avanzata sull’adolescente Montessori:  

  • creare una comunità di appartenenza, utilizzando “ambienti preparati” o “luoghi” che supportino il concetto di pedagogia del luogo. Per dirla con le parole dell’educatore ambientale David Orr, “ I luoghi sono laboratori di diversità e di complessità, poiché mescolano funzioni sociali e processi naturali. Un luogo possiede una storia umana ed un passato geologico; è parte di un ecosistema con una varietà di microsistemi, è un paesaggio con una particolare flora ed una particolare fauna…Un luogo…può essere compreso nei suoi tratti soltanto in quanto complesso mosaico di fenomeni e problemi” (Ecological Literacy: Education and the Transition to a Postmodern World);
  • fornire stimoli che scientificamente comportino acquisizione di abilità, rafforzando la scelta, la motivazione intrinseca, l’impegno e lo sviluppo sociale ed emotivo, secondo i bisogni psicologici dello studente di scuola superiore;
  • trovare un lavoro vero e significativo sia in contesti urbani che rurali;
  • impegnare in processi basati sull’esperienza e sul territorio (terra) che, grazie alle scienze ed alla storia, informino gli studenti sulla relazione positiva che intercorre tra il mondo costruito dall’uomo e quello naturale;
  • facilitare esperienze di apprendimento in cui gli studenti trovino contestuali gli studi condotti in classe, posti di volta in volta dalla soluzione dei problemi di vita reale, ed il concentrarsi sul mondo reale;
  • integrare il lavoro scolastico degli studenti con l’espressione di sé, compresa la musica, la recitazione, le arti visive, la poesia e l’espressione visiva elettronica;
  • alimentare lo sviluppo del carattere attraverso il vivere insieme durante ritiri periodici ed esperienze di lavoro, incluso il riflettere su: 1) il trascendente, 2) lo sviluppo morale basato sull’esperienza, 3) la passione per l’umanità – il senso di missione, 4) la civiltà – equilibrio di libertà, limiti e di partecipazione sociale, 5) la solidarietà e la compassione;

 Studenti della MHS

 

  • utilizzare una varietà di metodologie di insegnamento e di valutazione, incluso modalità didattiche (lezioni, supporti visivi, libri di testo come risorse), modalità di coaching ( lo studente esplora e studia in modo autonomo, assistito dall’insegnante che lo affianca), e modalità seminariali (proponendo attivamente domande ed interpretazioni attraverso la discussione di letture eseguite precedentemente in quanto contrapposte ai libri di testo) integrate con tutti gli aspetti del curriculum;
  • sviluppare, attraverso la voglia di indagare, di conoscere e di prendersi cura, un giovane che aiuti a creare un mondo migliore e più pacifico grazie alla comprensione interculturale ed al rispetto;
  • apprezzare il fatto che gli studenti della scuola superiore sono particolarmente sensibili alle influenze sociali e culturali e stanno lottando per definire se stessi e la loro relazione con la società;
  • concedere agli studenti l’opportunità di partecipare a quello che Thomas Berry ha definito “il grande lavoro”: una prospettiva superiore, attraverso un corso di studi che possiede unità e significato dall’inizio alla fine, in questo caso dalla primissima infanzia fino all’adolescenza; il grande lavoro convergerà sullo studio della natura e della società, e si focalizzerà sui tre filoni della conoscenza che mettono lo studente in contatto con la società e la sua cultura: 1) lo studio della terra e degli esseri viventi visti come un tutto (scienze biologiche), 2) gli studi relativi al progresso umano (scienze fisiche) ed all’edificazione della civilizzazione visti come un tutto, e 3) la storia dell’umanità come forza collettiva (studi sociali e scienze sociali);
  • dare agli studenti una prospettiva internazionale – aiutarli ad informarsi sulla cittadinanza nel mondo attraverso una serie di formali corsi di studio, che derivano dall’approccio conoscitivo integrato Montessori nei confronti dell’umanità intera e del suo grande lavoro per il futuro.

 

Le staging areas: modello dell’apprendimento esperienziale montessoriano

Le staging areas rappresentano lo strumento fondamentale attraverso il quale questa scuola attua l’approccio montessoriano all’apprendimento esperienziale, un apprendimento che scaturisce da attività finalizzate e da lavori veri e significativi svolti dai ragazzi sul territorio, così come indicato esattamente dalla Montessori per la fascia adolescenziale.
La MHS ne comprende diverse, dentro e fuori le istituzioni dello University Circle. Infatti, oltre alle staging areas fornite dal Cleveland Museum of Natural History, dal Cleveland Botanical Garden e dalla Western Reserve Historical Society, la scuola utilizza anche staging areas rurali, come la James H. Barrow Field Station dell’Hiram College, il programma adolescenziale sulla fattoria della Hershey Montessori School, il Century Village Museum di Burton e diversi appezzamenti di terreno agricolo di proprietà del Cleveland Museum of Natural History, coltivati dal suo Center for Conservation and Biodiversity.

Lo University CircleQueste staging areas urbane e rurali richiedono agli studenti dell’MHS (15-18 anni) di assumersi concretamente delle responsabilità da persone adulte, in quanto li fanno agire dentro un contesto comunitario esterno.
Infatti, ciascuna di queste aree costituisce la base per attuare dei veri e propri tirocini, che consentono agli studenti di esperire l’interdipendenza dei loro ruoli individuali direttamente all’interno di una comunità esterna alla scuola. Concepite per dare all’apprendimento la “base comunitaria” indicata dalla Montessori, permettono una reale partecipazione sociale ai progetti della comunità locale e, allo stesso tempo, alimentano relazioni e contatti sia con i membri della comunità che con gli specialisti delle varie professioni che in essa risiedono.
Essendo connesse in modo concreto con l’ambiente circostante, permettono ai ragazzi di essere e di percepirsi protagonisti nell’apportare miglioramenti all’ecosistema del territorio. In questo modo, le “attività significative” svolte producono effetti positivi anche sulla “valorizzazione” personale ed umana di ogni singolo ragazzo.
Gli studenti hanno inoltre l’opportunità di entrare in contatto con istituzioni di educazione superiore, quali il Case Western Riserve Univesity, l’Hiram College, il Lake Erie College o la Cleveland State University. Infatti, la maggior parte delle staging areas vengono selezionate in base alle opportunità che offrono per le attività imprenditoriali degli studenti.

Per comprendere l’uso potenziale di un tipo di staging area, si consideri il Cleveland Museum of Natural History (CMNH) come un ambiente in cui svolgere un lavoro vero e significativo. Essendo il museo interessato a sviluppare una squadra di amministratori urbani della natura, attraverso un programma che ha temporaneamente denominato “Guardiani dell’Epica dell’Evoluzione”, può coinvolgere gli studenti nel misurare i cambiamenti associati alla diffusione dell’urbanizzazione. Così i ragazzi della MHS, guidati dal personale che lavora per il programma e dallo staff che se ne occupa, provenienti entrambi dal CMNH e dal Cleveland Botanical Garden, possono non solo individuare quali siano le condizioni importanti per la salute della natura e degli umani negli ambienti di Cleveland, ma possono aiutare il già esistente biomonitoraggio della zona ed accrescere gli sforzi che si stanno facendo nella regione per la conservazione dell’ambiente naturale. Gli studenti possono compilare analisi sulla sostenibilità, utilizzando come risorse l’Holden Arboretum (Willoughby, Ohio) e l’Ecocity Cleveland, occupandosi di argomenti di vita reale come: le modalità del traffico, lo stato di salute del Lago Erie, la rivitalizzazione degli ambienti circostanti, la flora, la fauna, la sostenibilità del bacino idrico.
Inoltre, il programma di staging al museo può connettersi direttamente con la sua nuova mostra sull’Evoluzione, dimostrando come la conoscenza della storia naturale da parte dei giovani sia in grado di influire sul loro desiderio di rendere la bioregione del nordest dell’Ohio un luogo migliore proprio grazie allo studio dell’evoluzione, della genetica e della biodiversità. Si consideri che nel Museo di Storia Naturale si trovano 12 aree di ricerca scientifica, che fanno capo a tre dipartimenti: il Centro per la Conservazione e la Biodiversità, il Centro per gli Studi Antropologici ed Evolutivi e il Centro per l’Astronomia e la Cosmologia.

Orto botanico di ClevelandAltro esempio di uso potenziale di una staging area è rappresentato dal Cleveland Botanical Garden (CBG), che partecipa ad un programma pilota elaborato proprio per la MHS. La finalità del programma è integrare la cultura Montessori nello stesso CBG, facendo sì che la MHS faccia parte il più possibile della sua struttura. Per questo il programma prevede: l’espansione della cucina, l’utilizzazione della biblioteca (per studiare e fare pratica di informatica), il fornire un tipo di insegnamento che combini l’orticultura e il Montessori, fare pubblicazioni congiunte, utilizzare gli studenti come docenti dell’Hershey Children’s Garden del CBG, offrire agli studenti del lavoro vero da svolgere nei giardini urbani fino al centro della città, consentirgli di apportare miglioramenti alle esposizioni già esistenti, etc. Definendo l’approccio del programma “incubatrice”, il CBG suggerisce, nelle sue stesse premesse, che la scuola Montessori arricchirà il brainstorming ed incoraggerà la diversità di idee.
I risultati concreti di questa integrazione tra la MHS e il Botanical Garden si possono già vedere nel progetto educativo ed occupazionale di chiara impostazione montessoriana denominato “Green Corps”, promosso e gestito dal Botanical Garden e già operativo sull’intero territorio di Cleveland.

L’altra staging area, la Western Reserve Historical Society, possiede una vasta biblioteca ed un museo con manoscritti storici, reperti ed artefatti autentici. Qui gli studenti non solo hanno l’opportunità di fare ricerca ma hanno anche la possibilità di classificare e di conservare le nuove collezioni. La ricerca e la composizione nello svolgimento delle attività, la messa in scena di eventi e di argomenti storici, le esposizioni ed i programmi del museo, rispondono al bisogno dello studente di avere un approccio dinamico alla storia del 20° secolo, compresa la storia dell’ambiente.

Per ampliare il numero di staging areas e le connessioni con il territorio la MHS si propone di richiedere a ciascuna delle istituzioni dello University Circle di fornire analoghe e specifiche opportunità per gli studenti di essere occupati in maniera significativa nei loro spazi, con i loro specialisti e le loro collezioni, partendo sempre dagli interessi personali o dalle aspirazioni professionali di ciascuno studente.
Attualmente si stanno progettando i programmi specifici per far partire nuove staging areas presso la Cleveland Orchestra, il Cleveland Museum of Art e il Cleveland Institute of Music.

 

 

Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.